Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona il box in alto "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

giovedì 30 ottobre 2014

DISTURBI ALIMENTARI ED AVVERSIONE DIGESTIVA VERSO FRUTTA E VERDURA


LETTERA

ESTROMETTERE GLUTINE E LATTOSIO NON BASTA

Salve, premetto che sono nuova iscritta. Vorrei chiarire un aspetto che ormai mi perseguita da 3 o 4 anni. Ho scoperto ultimamente di essere intollerante a glutine e lattosio ma, nonostante li abbia estromessi dalla dieta, avverto problemi di scarsa digestione di frutta e verdura. 

INCAPACITÀ DI DIGERIRE FRUTTA E VERDURA

Infatti appena le mangio, entro 30 minuti mi viene un forte mal di testa,  nonché un aumento della frequenza respiratoria, e mi viene da vomitare. Vomitando noto che le cose mangiate sono praticamente integre. E questo avviene sia con le verdure che con la frutta cotta o cruda. Ho provato ad assumere pure frutta omogeneizzata, ma il problema rimane. Qualche suggerimento e spiegazione a tutto ciò? Attendo la vostra risposta. Distinti saluti.
Alice

*****

RISPOSTA

SOVVERTIMENTI INTESTINALI E MASTICAZIONE INESISTENTE

Ciao Alice. Non pensare di essere una persona speciale per la quale frutta e verdure risultino come cibi tabù. È tutta una questione di alterazioni intestinali e di pessima masticazione. I denti stanno solo in bocca e non nel tratto gastrointestinale. Masticare ogni cibo e ogni semino in modo accurato. Ti consiglio di leggere regolarmente le mie tesine essendo basilare una preparazione sull'argomento. Inserirai come motore di ricerca termini come colon, digestione, dieta.

CAROTA, PATATE E CAVOLI INNANZITUTTO

Ti consiglio di ricorrere inizialmente al succo di carota per alcuni giorni. Ottimo anche il centrifugato di 4 carote, una gamba di sedano e una mela, oppure una fetta di ananas in alternativa alla mela. Qualche minestra di verdure ti potrà pure aiutare. Cavolo crudo, cavolfiori e cavolini di Bruxelles, purea di patate, minestra di zucca, zucchine, uva in tutte le versioni, concorreranno a farti superare lo scoglio.

PROCEDERE PER GRADI E CON PAZIENZA

Importante è provare e riprovare, masticare accuratamente e senza fretta ogni singolo cibo. Partire con quantitativi minimi da incrementare man mano che trovi compatibilità negli alimenti in questione. Frutta sempre lontano dai pasti. Prima il crudo e dopo il cotto. Cerca poi di capire quali cibi riesci a tollerare meglio, quali risultano più adeguati alle tue esigenze ed alla tua particolare condizione, e adottali in modo standard, allargando progressivamente le opzioni. La frutta più facile include l'uva, la mela, i succhi di arancia o di pompelmo o di melograno al risveglio.

Valdo Vaccaro

APPROCCIO AL VEGAN-CRUDISMO SOSTENIBILE PER RAGAZZI E GENITORI


LETTERA

ALIMENTAZIONE VEGAN PER QUATTORDICENNE SPORTIVO

Mitico Valdo, buon giorno e grazie mille per quello che fai. Mio figlio di 14 anni vuole diventare vegano. La sua scelta nasce per motivi etici nei confronti degli animali e di questo ne sono orgoglioso. Ora, essendo stato onnivoro come la maggior parte dei suoi coetanei, gradiremmo da te ricevere dei consigli sul come procedere con l'alimentazione e quant'altro considerando che pratica vita attiva e sport. Affronta infatti regolarmente 2 allenamenti e una partita di calcio a settimana, nonché un allenamento di nuoto in piscina a settimana.

RAGAZZI E RAGAZZE VANNO SENSIBILIZZATI ED AVVIATI LUNGO LA GIUSTA STRADA

Penso che i tuoi insegnamenti possano sensibilizzare ragazzi e ragazze che sono il nostro futuro, ma anche noi genitori stessi. Grazie in anticipo e saluti affettuosi.
Pier Luigi

*****

RISPOSTA

SEMPLICITÀ E SOBRIETÀ INNANZITUTTO

Ciao Pier Luigi. Grazie per il mitico, un aggettivo che responsabilizza, esalta e dà pure la carica. A volte ci serve pure quello. L'approccio al veganismo, ed in particolare al vegan-crudismo tendenziale, non è affatto problematico. La nostra è una visuale semplice e sobria basata sui buoni principi e sulle leggi della Natura.

SETTE PASSI FONDAMENTALI

Il primo passo è quello di estromettere senza esitazioni ogni tipo di carne, mantenendo magari per qualche settimana una fase vegetariana includente uova e formaggio. Il secondo è quello di incrementare il consumo di frutta acquosa preferibilmente di mattina e nel tardo pomeriggio, con succhi freschi di agrumi al risveglio. Il terzo è quello di eliminare ogni tipo di cibi e bevante contenenti zucchero di bietola o di canna. Il quarto è quello di non ricorrere a farmaci, a integratori e a vaccini. Il quinto è di includere giornalmente un centrifugato di carote-sedano-mela o ananas. Il sesto è quello di partire a pranzo e cena con un abbondante piatto di verdure crude, seguito da un secondo a piacere, che potrà essere una pasta con verdure, oppure una pizza vegana, gnocchi, o  patate e fagiolini, verdure saltate in padella o cotte al forno, minestrone di verdure a cottura breve, nonché una manciata di frutta secca da guscio e di semini vari tipo semi di zucca, girasole, papavero, canapa, chia, lino. Il settimo è quello di ascoltare e dialogare col proprio corpo, seguendo i sensori interni di fame e di sete.

ALTRIO PRINCIPI DA RISPETTARE

Ricordarsi poi che la frutta, specie angurie e meloni, va presa da sola, a stomaco vuoto e lontano dai pasti. Solo mele, ananas e papaia fanno eccezione e si possono assumere quando ci pare. Anche i centrifugati vanno assunti lontano dai pasti. Niente bevande coi pasti principali, se non mezzo bicchiere d'acqua. Liquidi e acqua vanno assunti prima dei pasti o lontano da essi. I principi di base vanno rispettati, ma gli orari, i quantitativi, e tutti gli altri dettagli di contorno sono soggetti a personalizzazione e non a schemi fissi e dogmatici. Un ragazzo che assolve i suoi impegni scolastici deve trovare giocoforza un compromesso e adattare la dieta alle sue particolari esigenze.

SENZA UNA SOLIDA PREPARAZIONE DI BASE NON SI VA LONTANO

Non dovrei essere io a dirlo, ma è basilare la lettura giornaliera e sistematica delle mie tesine e dei miei libri circolanti. Basilare per chi intende seguire la mia impostazione e il mio pacchetto-salute.
Suggerisco in particolare tesine come "La dieta dello sportivo e dell'escursionista" del 17/6/09, "Calcio mortale e calcio vitale, Batistuta e Rivera, Vendrame e Corona", del 14/3/12, "La dieta del ragazzo sportivo in crescita", dell'8/6/10. Altre titoli si ottengono inserendo nel motore di ricerca termini come sport, palestra, muscoli, dieta.

Valdo Vaccaro